La nostra redazione ha selezionato i migliori aspirabriciole sul mercato per potenza, maneggevolezza, durata delle batterie. Per informazioni di carattere generale sugli aspirabriciole è possibile leggere questa guida di Francesco Penna su Aspirabriciole.com. Leggi la recensione per conoscere le nostre opinioni su caratteristiche, prezzi e offerte dei migliori elettrodomestici aspirabriciole in commercio.

Dyson DC43H
Dyson DC43H possiede le capacità di un vero aspirapolvere e con l’uso degli accessori aggiuntivi può trasformarsi in una scopa elettrica pratica e comoda. Assomiglia ad una pistola futuristica per sparare i laser, è dotata di un design estetico e costruttivo assolutamente innovativo, la modernità del DYSON DC43H è palpabile, si tratta di un aspirapolvere come pochi in giro potrebbero trovarsene.
Chiamarlo aspirabriciole è riduttivo poiché questo elettrodomestico ha una potenza di aspirazione che supera di gran lunga tutti gli altri prodotti in concorrenza. Il policarbonato, l’Abs e l’alluminio sono i materiali che lo compongono, tutti di altissima qualità e scelti nel piano di costruzione proprio per conferire a questo aspirapolvere una comoda e pratica leggerezza che stupisce con i suoi 1,5 chilogrammi di peso.
Dal punto di vista tecnico il DYSON DC43H è dotato di un sistema multiciclonico, chiamato anche Root Cyclone, che garantisce con continuità la potenza del flusso di aspirazione favorendo la separazione di aria e polvere in modo proficuo ed efficace. Il motore è potente, ha un consumo di 200 Watt e gira ad una velocità triplicata rispetto gli altri motori. Il sistema di alimentazione è a batteria (a ioni di litio), con una carica di 22,2 Volt che non riduce l’efficienza del motore e delle funzionalità per tutto l’utilizzo dell’apparecchio.
Naturalmente anche il caricabatterie è stato progettato per favorire un’immediata ricarica, con un lasso di tempo 3 volte inferiore a quello standard. Il sistema di aspirazione ha due velocità: standard e boost. Il primo con 20 minuti di autonomia, mentre il secondo con soli 8 minuti per via del totale impiego della potenza disponibile.
Dimenticate i sacchetti, questo aspirapolvere non ne ha bisogno giacché l’immagazzinamento della polvere è diretto ad un apposito contenitore. Un’altra grande novità è lo svuotamento del contenitore di polvere: semplicemente automatizzato da un pulsante che impedisce all’utente di venire a contatto con lo sporco. Il filtro del motore è stato progettato per un uso infinito, si estrae e si lava una sola volta al mese.
Costoso se si pensa ad altri modelli, ma pienamente consigliato grazie alle sue performance. Questo elettrodomestico potrebbe collocarsi senza alcun dubbio come uno dei migliori del mercato. Unico svantaggio è che l’accessorio da muro per la ricarica non è fornito con la confezione e deve essere acquistato a parte.

Aeg Junior 2.0
Chi è alla ricerca dell’essenziale trova nell’aspirabriciole Aeg Junior 2.0 il prodotto economico che cerca. Si tratta di un modello basic, non ha grandi funzioni e si limita solo a svolgere correttamente il suo lavoro.
Il modello in questione è piuttosto piccolo, è dotato di alloggiamento per 3 batterie ed ha un’autonomia di circa 9 minuti. Si presenta di un colore bianco delicato, molto elegante con un design ridotto all’essenziale, senza alcuno spreco d’idee in termini di sfumatura e di colore; anche il supporto a muro è dello stesso colore ed è ergonomicamente ultrapiatto che assolve la funzione di piattaforma per la ricarica. Dispone di un simpatico sistema di check-control della carica attuale per evitare di rimanere a terra. Il ricaricamento delle batterie avviene semplicemente riponendo l’aspirabriciole nella piattaforma a parete.
Le caratteristiche costruttive non sono da considerarsi eccellenti, un normale telaio di plastica, fin troppo sottile funge da involucro. A parte questo sembra un prodotto solido e resistente a cadute da altezze relativamente basse. Per essere un piccolo prodotto, ancor più se trattasi di un aspirabriciole portatile, fa troppo rumore, dettaglio superabile ad ogni modo dal basso costo dell’elettrodomestico e soprattutto da un uso ridotto.
Spesso si tende a credere che i piccoli o poco costosi prodotti offrano garanzie di funzionalità inferiori allo standard, ma questa non è una regola. Anche in questo caso il prodotto sembra superare la prova in modo decoroso qualora si tratti di aspirare peli, briciole, pulviscolo, zucchero, sale, farina e sporcizia in polveri sottili su superfici quali legno o marmo.
Diverso è il discorso se si tenta di utilizzarlo nelle imbottiture delle automobili, sui pianali o perfino sui divani di casa. E’ possibile collocare questo aspirabriciole tra i prodotti di basso profilo, utili in gran parte a ripulire le superfici da pasto come il tavolo o il ripostiglio a cassetto per il pane ed i prodotti farinacei. Le briciole di pane sono tuttavia aspirate in breve, quindi la prova sul dettaglio grossolano è sempre abbondantemente superata.
Il modello Aeg Junior 2.0 è senza dubbio un prodotto consigliato per chi sta in cucina, decisamente utilizzabile in ambito domestico e senza pretese particolari. Il prezzo è economico e questo, da solo, giustifica l’aspetto minimale e limitato all’essenziale. Da non prendere in considerazione qualora si voglia estendere il suo uso all’automobile, ai divani ed alle imbottiture in genere, compresi i tappeti a terra e quelli a muro. L’acquisto non è consigliato a chi cerca un prodotto potente e multifunzionale.

Black and Decker dustbuster flexi litio pd1020l-qw
Black and Decker dustbuster flexi litio pd1020l-qw è piuttosto interessante per la sua portabilità, il funzionamento a batteria, gli accessori di cui è fornito è il buon rapporto qualità prezzo. Con una comoda impugnatura progettata per essere essenziale ed ergonomica ed il suo aspetto circolare che lo rende flessibile e versatile in ogni impiego, il Black and Decker PD1020LQW Dustbuster Flexi Litio fa la sua bella figura subito per l’estetica. L’aspetto più interessante che si può constatare è la forma flessibile del tubo in grado di essere avvolto, esteso o accorciato alla conseguente riduzione dell’ingombro per l’uso che se ne deve fare.
Grazie a questa peculiarità questo elettrodomestico riesce a raggiungere gli angoli più angusti solitamente non raggiungibili dal comune aspirapolvere. Il materiale in plastica con cui il tubo flessibile è costruito è sostanzialmente leggero, si sarebbe potuto prevedere un maggior grado di robustezza visto la qualità del prodotto nel suo complesso. La coppia, nei colori grigio argento e rosso metallizzato, lo rendono di aspetto elegante, moderno e gradevole.
Un’interessante caratteristica che è opportuno portare alla luce è la presenza di una bocchetta in grado di offrire due possibilità: la prima, assicurare la pulizia di mobili grazie alla morbida spazzola integrata e la seconda disporre di una lancia utile per l’aspirazione di sporcizia, briciole, pulviscolo e polveri sottili. La compattezza non dovrebbe trarre in inganno, si tratta di un aspirapolvere potente da 20 AW con un flusso d’aria pari a 996 litri il minuto. Il contenitore per la polvere non è capiente limitandosi a contenere 560 ml di materiale, che per i piccoli lavori in casa potrebbe essere significativo.
Grazie alla tecnologia ciclonica questo aspirapolvere provvede a separare lo sporco e l’aria aspirata facendo uso di un sistema di multifiltraggio progettato per garantire proprio questa funzionalità. La dotazione di batteria al litio è senza dubbio un’altra chicca; questa si rivela utile quando si usa l’aspirapolvere in ambienti esterni dove l’ingombro del filo rappresenta un impiccio. La fabbricazione smart di questo singolare aspirapolvere trova la sua massima espressione nell’uso di una modalità ecologica per il risparmio energetico ed il controllo di stato della batteria (un led indica quando la batteria sta per esaurirsi).
Se da una parte è maneggevole, leggero, funzionale e idoneo a diversi ambienti, questo prodotto resta sempre legato ad usi non particolarmente intensivi, tanto per la potenza di aspirazione e altrettanto per la ridotta capacità del contenitore destinato alla raccolta della polvere. Tuttavia se l’uso dell’elettrodomestico è limitato alle funzioni domestiche e all’aspirazione di materiale all’interno della propria auto, tenuto conto del rapporto qualità/prezzo, l’acquisto è vivamente consigliato.

Rowenta AC4769 Extenso Cyclonic 7.2V
Rowenta AC4769 Extenso Cyclonic 7.2V presenta caratteristiche quali: design moderno, sistema ciclonico, ergonomia e praticità d’uso. Chi non ha grandi pretese trova comodo questo prodotto, ideale soprattutto per la casa.
Il suo design è pregevole con colori vicini all’idea di prodotto innovativo. Il supporto della tecnologia ciclonica, ormai entrata a sostituire i vecchi modelli con il sacchetto, lo rende versatile e pratico, ogni sporcizia aspirata dopo essere stata separata dall’aria finisce in un apposito contenitore che viene svuotato con facilità. Grazie alla forma dell’apparecchio e alla pratica impugnatura, questo aspirabriciole può essere impiegato in modo agevole poiché le operazioni di pulizia risultano facilitate.
Il peso, con i suoi 2 Kg, non è un ostacolo alla praticità. I filtri di cui è dotato sono estraibili e lavabili con acqua semplice, garantendo cosi all’aspirabriciole una durata infinita. Tasselli di fissaggio e supporto a muro, che hanno la funzione anche di caricabatteria, sono già contenuti nella confezione.
Una piccola innovazione montata su questo prodotto ne giustifica il valore, si tratta di una bocchetta telescopica estraibile dal beccuccio anteriore che potrà essere utilizzata all’occorrenza per la pulizia da fare negli spazi angusti e difficilmente raggiungibili. Autonomia delle batterie (circa 15 minuti) e tempi di ricarica molto veloci contribuiscono a migliorare le performance di questo prodotto.
Il giudizio globale relativo a questo aspirabriciole è tutto sommato buono, il rapporto qualità/prezzo è soddisfacente se si considera che stiamo comunque parlando di un prodotto Rowenta. L’acquisto è consigliato qualora le vostre esigenze non richiedano utilizzi particolari, ma siano limitate all’ambiente domestico e all’automobile.

Philips fc6148/01
Philips fc6148/01 è da prendere in considerazione qualora si cercasse un elettrodomestico pratico, leggero e potente. E’ il migliore in assoluto in termini di qualità dei materiali, che come vedremo, lo rendono davvero differente dagli altri modelli in commercio.
L’aspiratutto della Philips è un cordless, funzionante a batterie al litio dell’incredibile peso di appena 800 g. Il moderno design si presenta con una forma bombata dal manico ergonomico ad impugnatura Soft Touch, dunque, di facile maneggevolezza e praticità che si può riscontrare durante le normali operazioni di pulizia. Il dispositivo, dotato di un vano batterie, ospita pile agli ioni di litio con un voltaggio pari a 10,8 volt; ciò significa maggior durata ed affidabilità delle prestazioni lungo il tempo. Una ricarica, infatti, assicura circa 9 minuti continui di potenza aspiratrice.
Ricordiamo che l’elettrodomestico si carica in meno di 8 ore collocando il dispositivo nell’apposita stazione di ricarica, che funge contemporaneamente anche da vano di appoggio nel tempo in cui non si utilizza l’elettrodomestico. Ancora, il FC6148/01 ha un sistema automatico di stacco corrente che si aziona nel momento in cui il sensore avverte l’avvenuta ricarica.
Il piccolo aspirapolvere è dotato di un led che lampeggia a intermittenza quando questo è sotto carica; nel momento in cui la carica è completata, la luce rossa diventa fissa. Per quanto riguarda i filtri, la Philips ha messo a punto la creazione di un sistema di filtraggio con azione ciclonica a due livelli che esclude l’ausilio del sacchetto raccoglitore (bagless). L’aspirabriciole è in grado di prelevare pelucchi, polvere, capelli, peli di animali e residui di cibo fino ad un massimo di 0,5 l.
In adozione al nuovo aspirabriciole cordless della Philips, troviamo, inoltre, due accessori indispensabili per l’igiene della casa: una bocchetta specifica per angoli e punti difficili e una comoda bocchetta a spazzola idonea per la pulizia di tendaggi, divani, piumoni e poltrone. Ogni dettaglio è studiato proprio per ottimizzare la potenza d’aspirazione.
Ogni tanto è consigliabile, per aumentare la vita tecnica dell’ingranaggio, aprire il vano del motorino aspiratutto, smontare e prelevare i due filtri effettuando una regolare pulizia. La presenza di doppi filtri assicurano, poi, la cattura di microparticelle sulle superfici per un’igiene più profonda, un altro punto a favore di questo utile elettrodomestico. Tra le altre caratteristiche, l’aspirabriciole Philips ha una potenza di aspirazione massima di ben 22 W e non è eccessivamente rumoroso, con un rumore paragonabile a 81 dB; niente male trattandosi di un piccolo aspiratore portatile.
Pur non trattandosi di un elettrodomestico particolarmente economico, l’aspirabriciole FC6148/01 resta comunque tra i migliori in commercio per le sue caratteristiche funzionali. La potenza aspiratrice è soddisfacente ed idonea a garantire una buona pulizia.
La combinazione di design e ergonomicità sembra essere la carta vincente di questo prodotto, così come la scelta delle batterie agli ioni di litio rispetto alle tradizionali pile al nichel cadmio di altri aspiratutto. Le batterie al litio, infatti, hanno una vita tecnica più lunga e offrono più ore di autonomia.

Hoover CLIK SC96DWR
Hoover CLIK SC96DWR dispone di una suite di accessori presenti direttamente sul manico e quindi immediatamente fruibili. L’elettrodomestico si colloca in una fascia di prezzo intermedia, facilmente accessibile all’economia delle famiglie e con un prezzo tutto sommato equo se il paragone viene fatto nei termini della qualità e delle prestazioni.
Il design si presenta lineare di un bianco che sa di pulito e di un rosso che dà la sensazione di un prodotto elegante. Anche gli accessori, di colore bianco, fanno la loro bella figura cosi come sono collocati. L’alimentazione è assicurata da 8 pile (ricaricabili) per un voltaggio di v 9,6 che producono una buona forza aspirante ed un’autonomia di circa 20 minuti.
Tra le prime innovazioni subito visibili vi è il sistema di svuotamento del contenitore per la polvere, che ha una capacità di 0,3 litri, che l’utente non ha alcuna necessità di toccarlo con le mani per aprirlo. Il filtro interno, come per molti altri prodotti di fascia medio alta, è utilizzabile all’infinito: si estrae, si lava con acqua corrente, si asciuga e si ripone nella sede. Tuttavia una funzione suppletiva di cleaning automatico può essere attivata da un apposito pulsante e permette la pulizia del filtro grazie ad un sistema di rotazione dello stesso verso una spazzola.
Il caricabatterie è fornito con il prodotto e ha la funzione di base di custodia quando l’aspirabriciole non è utilizzato. I due accessori in dotazione sono: la bocchetta per le fessure e la spazzola per le tappezzerie; entrambi presenti direttamente in appositi vani ricavati sull’aspirapolvere.
Dall’impugnatura all’uso pratico tutto fila liscio; maneggevolezza, ergonomia e flessibilità sono riscontrabili praticamente ad ogni uso. Gli accessori intercambiabili e pratici contribuiscono a conferire grande praticità all’apparecchio. La durata delle batterie garantisce sicuramente un largo tempo di impiego, superiore a tutti gli altri aspirabriciole di questa fascia. Un po’ di rumore e il costo un po’ alto tuttavia non possono essere sufficienti a sconsigliarne l’acquisto.


read more

L’unica città al mondo su due continenti, nessun altro paese la eguaglia, é una sorta di abbraccio di due continenti, Asia e Europa; un tempo conosciuta come la capitale delle capitali, ha molte caratteristiche uniche e magnifiche. E’ l’unica città al mondo a cavallo di due continenti, e l’unica ad essere stata una capitale cristiana e islamica.

Prima di tutto per rispetto alle moschee di Instanbul, le chiese e le sinagoghe, è consigliabile indossare un abbigliamento del tutto rispettoso, quindi portati pantaloni lunghi, gonne lunghe e niente di scollato o di troppo sgargiante. Le donne che vogliono entrare in certi posti di culto, dovranno indossare anche un copricapo, di solito lo puoi anche acquistare a prezzi economici da venditori esterni ai siti culturali. Una delle prime cose da vedere è la Basilica di Santa Sofia, che è uno dei migliori esempi di arte e architettura bizantina. L’itinerario si compone di due parti principali: la chiesa stessa e la galleria di mosaici.
2

Uno dei posti più belli è la famosa Moschea Blu che è un altra vera e propria icona della Turchia, costruita nel 17 ° secolo come la Basilica di Santa Sofia, la moschea è ancora oggi un centro per manifestazioni religiose. Il Padiglione Imperiale, che fa parte della Moschea Blu, ospita un museo di tappeti con reperti risalenti al 16 ° al 19 ° secolo. Dietro la Moschea Blu è un’altra attrazione che vale veramente la pena di vedere è il Gran Palazzo del Mosaico, è proprio dietro la Moschea Blu, leggermente nascosto dentro un vicolo di negozi per turisti, questo è un museo che espone la pavimentazione del Palazzo Bucoleon di epoca bizantina che addirittura risale pare al 527-565.

Se sei un appassionato di James Bond dovresti allora visitare la Basilica della Cisterna, che venne usata come scenario nel film ‘Dalla Russia con amore’, è una specie di palazzo sommerso, un tempo questa cisterna era il serbatoio del Gran Palazzo, pensa che le colonne che sorreggono il tempio invece sono state prese da templi pre cristiani.

Se ce la fai, ti ci vorrà almeno in giorno intero, e ti va fai una crociera alle Prince’s Islands.Queste isole, a sud di Istanbul, nel Mar di Marmara, erano un tempo luogo per gli esiliati e i luminari. Oggi sono un meraviglioso -luogo per allontanarsi dalla frenesia e dal caos di Istanbul. I pacchetti delle crociere solitamente includono anche una carrozza trainata da cavalli, gite guidate a chiese, monasteri, palazzi antichi e pittoreschi.

Istanbul è un luogo ideale per magiare pesce, carni alla griglia e piatti pieni di spezie. La zona vecchia della città però ha pochi ristoranti, quindi per non perder troppo tempo vai direttamente verso il porto, il lungomare infatti è un ottimo posto per mangiare e la sera diventa anche pieno di bancarelle. Anche il quartiere di Beyoglu, ha numerosi ristoranti, ma è un pò più lontano.

Se per te un viaggio deve essere anche gastronomico, allora dovresti attraversare la parte asiatica della città per arrivare, a quella turca, è infatti uno dei posti nei quali si mangia meglio, almeno per i palati occidentali, i menù cambiano continuamente, e potrai gustare tanti superbi piatti tipici. Un consiglio? Lascia spazio per il dessert, come il “Fango del Cielo”, una specie di pasta con la panna, cannella e zucchero.


read more

Appena a nord di Cancun, fra il mare dei Caraibi e il Golfo del Messico vi è Isla Mujeres, questa piccola e bellissima isola offre molti negozi e ristoranti e tante altre svariate attrazioni ed è l’ideale per prendere il sole e per i bambini.

Nel momento stesso nel quale scenderai dalla barca, ti renderai conto di quanto questa isola sia piccola. Verso l’interno non c’è molto, tranne i due paludi d’acqua salata, Salina Grande e Salina Chica, dove gli abitanti maya raccoglievano il sale. La strada principale è Avenida Rueda Medina, che corre lungo l’isola, a sud-est di un villaggio conosciuto come El Colonia, le strade più piccole non hanno neanche indirizzo.

L’attrazione principale di quest’isola sono indubbiamente le spiagge paradisiache, Playa Lancheros è una delle più popolari, quì vi troverai ottimi ristoranti all’aperto dove anche i locali si riuniscono per mangiare pesce fresco alla griglia. La spiaggia è di sabbia granitosa ed è piena zeppa di palme, qui l’acqua è calma il che la rende il luogo ideale per i bambini, anche se è meglio comunque farli sempre restare vicino alla costa.

Vicino a Playa Lancheros sempre nella zona sulla costa ovest, troverai Playa Tiburon o squalo Beach. Questa è sicuramente una delle spiagge più sviluppate con un grande ristorante di pesce molto popolare. Nei dintorni ci sono anche diverse bancarelle che vendono souvenir di ogni tipo dalla solita T-shirt a gioielli fatti a mano a meravigliose conchiglie.


read more

Avevo promesso che avrei fatto il punto della situazione con tutto quello che ho scoperto in quest’ultimo periodo.

Cominciamo con quello che mi ha raccontato la Bilancia Impedenziometrica.
Finalmente dopo tanto chiedere ed informarmi ho trovato un centro che l’ha e sono riuscita a pesarmi.

Al volo ho scoperto due cose: una brutta ed una gratificante
Comincio dalla sorpresa brutta
La mia bilancia casalinga segna 1 kg abbondante in meno di quello che è il mio peso reale. Si, si, lo so! Non cambia assolutamente niente. Ma per un momento un po’ male ci sono restata!

Poi, però la curiosità ha preso il sopravvento e mi sono soffermata sul significato delle cifre.

Allora: mi sono pesata la prima volta sabato passato.
Ecco i numeri
Peso 71,9 Kg (sulla mia bilancia casalinga facevo 70,6 … azz ….)
Massa grassa: 34,6 %
Acqua 46 %

Come vanno interpretati?
Se valutassi il mio peso solo con IMC (Indice di Massa Corporea) scoprirei che sono attualmente classificabile come “appena appena sovrappeso”, ho infatti un IMC di 25,5
Per chi voglia controllare, sappia che sono alta 168 cm.
Bhè: potrei accontentarmi … ed infatti sono già soddisfatta come se l’obiettivo fosse ormai raggiunto. Quello a cui tendo ora sono solo ritocchi mirati soprattutto ad una sempre più salda sensazione di benessere mentale e fisico.
Ma continuiamo per puro “spirito scientifico”.
L’Indice di Massa Corporea è solo un numero statistico che è un punto di riferimento “comodo” per dire con certezza se una persona pesa troppo o al contrario pesa troppo poco. Non è sufficiente a raccontarti se sei “veramente in forma”.
Sia chiaro e lo ripeto, noi, che abbiamo oscillato su e giù per una vita, dobbiamo avere un metro più blando nel giudicarci. Questo è puro esercizio teorico e scientifico per tirare fuori quello che di buono questi strumenti ci possono regalare.
L’unico strumento che al momento ci può dare un’idea attendibile sul nostro “peso forma” è la bilancia impedenziometrica, dispositivo relativamente al quale è possibile leggere questa guida di Roberto Pebi su Bilanciapesapersone.net.
L’ideale fisiologico (ma non logico e realistico … non sempre) sarebbe avere un peso con IMC sul 20 circa, con una massa grassa del 20% circa e una percentuale di acqua corporea del 50-60 % circa.
La prima cosa che balza agli occhi è che la mia percentuale di acqua è un po’ troppo bassa. Mi ero accorta che “mi sfogliavo” un po’ troppo, ma non gli ho dato molto peso.
Leggere con i miei occhi i numeri, mi ha aiutato a ricordarmi che devo bere.

Ma togliamoci la curiosità. Quanto sono sovrappeso? Non certo di 1 chiletto, come potrebbe farmi illudere l’indice di Massa Corporea se usassi solo questo come parametro per la valutazione.
La bilancia impedenziometrica mi dice che la mia massa grassa è il 34,6%.
Ovvero, in assoluto, la massa grassa è di 24,9 kg.
Da cui si deduce che la mia massa magra corrisponde a 71,9 – 24,9 = 47 Kg
Se volessi dimagrire ancora un poco e diciamo avere una massa grassa che non superi il 25% del peso, quanti chili dovrei perdere?
Vi risparmio i calcoli e vado alle conclusioni.
Se volessi mantenere 47 Kg di massa magra ed avere una massa grassa che sia del 25% dovrei dimagrire altri 9 Kg circa ed arrivare a 63 Kg.
63 Kg è stato in effetti il peso che ho mantenuto per una decina di anni quando avevo i figli piccoli (perchè mi muovevo moltissimo, ero sempre attiva e soprattutto, curando la loro alimentazione, curavo automaticamente anche la mia).

Forse però oggi questo è improponibile e diciamo che realisticamente lo terrò presente, senza lasciarmi tentare da una “perfezione” che non mi interessa più e che al contrario mi ha regalato abbandono, tristezza e perdita dell’autostima.

Questa mattina, nuovo controllo sulla bilancia impedenziometrica, a distanza di sei giorni.
Peso 71,5 Kg
Massa grassa 32,6 %
Acqua 47,6 %
I giorni sono troppo pochi per valutare con certezza le variazioni, ma l’impegno a reidratarmi si vede già.
Di fatto mi sento molto meglio e perdo meno “forforina” quando mi spoglio. (la notavo soprattutto quando toglievo calze nere e body nero).

Conclusioni
La curiosità è divertente e va soddisfatta.
Sapere è sempre utile.
Non sottovalutare mai i piccoli segnali, neppure la “forforina” che si deposita su un paio di calze nere :-)))

Il prossimo controllo non prima di 15 giorni, con l’unico proposito di essermi completamente reidratata.


read more

Firenze è una delle città turistiche più popolari d’Italia e vanta numerose attrazioni per il turista. Questa bella città rinascimentale nel cuore della Toscana, ha alcuni dei migliori musei d’Italia, bellissime cattedrali, chiese e interessanti strade e piazze con eleganti palazzi e negozi. Ecco una guida che ti aiuterà a pianificare al meglio uno splendido viaggio a Venezia.

iazza della Signoria e Palazzo Vecchio. Piazza della Signoria è la piazza più famosa di Firenze, nel cuore del centro storico e un vero e proprio museo all’aria aperta. La Loggia della Signoria contiene alcune importanti statue tra cui una copia del David di Michelangelo. La piazza è stata centro politico di Firenze fin dal Medioevo e il Municipio di Firenze, il medievale Palazzo Vecchio, si trova proprio sulla piazza.

Il Duomo è il più popolare sito di Firenze, quest’ enorme duomo gotico col suo esterno esterno in marmo verde, rosa e bianco, ha diverse statue interessanti. All’interno, la Cupola del Brunelleschi è un capolavoro di architettura e bellezza. Il Battistero di San Giovanni Battista, del 11° secolo, è uno degli edifici più antichi di Firenze. L’esterno è realizzato in marmo verde e bianco.

Il Campanile, torre campanaria, lo troverai in Piazza del Duomo, è stato progettato da Giotto e viene comunemente infatti chiamato il Campanile di Giotto. Acquista un biglietto e sali i 414 gradini (sappi senza ascensore!) e godi di una splendida vista del Duomo e della sua cupola sulla città di Firenze e dintorni.

Il Ponte Vecchio costruito nel 1345, fu il primo ponte di Firenze sul fiume Arno ed è l’unico superstite ponte medievale di Firenze (gli altri sono stati distrutti nella seconda guerra mondiale). Il Ponte Vecchio è ancora fiancheggiato da splendidi negozi che vendono oro e gioielli in argento. Dal ponte, avrai una splendida vista sul fiume Arno e oltre.


read more