L’unica città al mondo su due continenti, nessun altro paese la eguaglia, é una sorta di abbraccio di due continenti, Asia e Europa; un tempo conosciuta come la capitale delle capitali, ha molte caratteristiche uniche e magnifiche. E’ l’unica città al mondo a cavallo di due continenti, e l’unica ad essere stata una capitale cristiana e islamica.

Prima di tutto per rispetto alle moschee di Instanbul, le chiese e le sinagoghe, è consigliabile indossare un abbigliamento del tutto rispettoso, quindi portati pantaloni lunghi, gonne lunghe e niente di scollato o di troppo sgargiante. Le donne che vogliono entrare in certi posti di culto, dovranno indossare anche un copricapo, di solito lo puoi anche acquistare a prezzi economici da venditori esterni ai siti culturali. Una delle prime cose da vedere è la Basilica di Santa Sofia, che è uno dei migliori esempi di arte e architettura bizantina. L’itinerario si compone di due parti principali: la chiesa stessa e la galleria di mosaici.
2

Uno dei posti più belli è la famosa Moschea Blu che è un altra vera e propria icona della Turchia, costruita nel 17 ° secolo come la Basilica di Santa Sofia, la moschea è ancora oggi un centro per manifestazioni religiose. Il Padiglione Imperiale, che fa parte della Moschea Blu, ospita un museo di tappeti con reperti risalenti al 16 ° al 19 ° secolo. Dietro la Moschea Blu è un’altra attrazione che vale veramente la pena di vedere è il Gran Palazzo del Mosaico, è proprio dietro la Moschea Blu, leggermente nascosto dentro un vicolo di negozi per turisti, questo è un museo che espone la pavimentazione del Palazzo Bucoleon di epoca bizantina che addirittura risale pare al 527-565.

Se sei un appassionato di James Bond dovresti allora visitare la Basilica della Cisterna, che venne usata come scenario nel film ‘Dalla Russia con amore’, è una specie di palazzo sommerso, un tempo questa cisterna era il serbatoio del Gran Palazzo, pensa che le colonne che sorreggono il tempio invece sono state prese da templi pre cristiani.

Se ce la fai, ti ci vorrà almeno in giorno intero, e ti va fai una crociera alle Prince’s Islands.Queste isole, a sud di Istanbul, nel Mar di Marmara, erano un tempo luogo per gli esiliati e i luminari. Oggi sono un meraviglioso -luogo per allontanarsi dalla frenesia e dal caos di Istanbul. I pacchetti delle crociere solitamente includono anche una carrozza trainata da cavalli, gite guidate a chiese, monasteri, palazzi antichi e pittoreschi.

Istanbul è un luogo ideale per magiare pesce, carni alla griglia e piatti pieni di spezie. La zona vecchia della città però ha pochi ristoranti, quindi per non perder troppo tempo vai direttamente verso il porto, il lungomare infatti è un ottimo posto per mangiare e la sera diventa anche pieno di bancarelle. Anche il quartiere di Beyoglu, ha numerosi ristoranti, ma è un pò più lontano.

Se per te un viaggio deve essere anche gastronomico, allora dovresti attraversare la parte asiatica della città per arrivare, a quella turca, è infatti uno dei posti nei quali si mangia meglio, almeno per i palati occidentali, i menù cambiano continuamente, e potrai gustare tanti superbi piatti tipici. Un consiglio? Lascia spazio per il dessert, come il “Fango del Cielo”, una specie di pasta con la panna, cannella e zucchero.


read more

Appena a nord di Cancun, fra il mare dei Caraibi e il Golfo del Messico vi è Isla Mujeres, questa piccola e bellissima isola offre molti negozi e ristoranti e tante altre svariate attrazioni ed è l’ideale per prendere il sole e per i bambini.

Nel momento stesso nel quale scenderai dalla barca, ti renderai conto di quanto questa isola sia piccola. Verso l’interno non c’è molto, tranne i due paludi d’acqua salata, Salina Grande e Salina Chica, dove gli abitanti maya raccoglievano il sale. La strada principale è Avenida Rueda Medina, che corre lungo l’isola, a sud-est di un villaggio conosciuto come El Colonia, le strade più piccole non hanno neanche indirizzo.

L’attrazione principale di quest’isola sono indubbiamente le spiagge paradisiache, Playa Lancheros è una delle più popolari, quì vi troverai ottimi ristoranti all’aperto dove anche i locali si riuniscono per mangiare pesce fresco alla griglia. La spiaggia è di sabbia granitosa ed è piena zeppa di palme, qui l’acqua è calma il che la rende il luogo ideale per i bambini, anche se è meglio comunque farli sempre restare vicino alla costa.

Vicino a Playa Lancheros sempre nella zona sulla costa ovest, troverai Playa Tiburon o squalo Beach. Questa è sicuramente una delle spiagge più sviluppate con un grande ristorante di pesce molto popolare. Nei dintorni ci sono anche diverse bancarelle che vendono souvenir di ogni tipo dalla solita T-shirt a gioielli fatti a mano a meravigliose conchiglie.


read more

Firenze è una delle città turistiche più popolari d’Italia e vanta numerose attrazioni per il turista. Questa bella città rinascimentale nel cuore della Toscana, ha alcuni dei migliori musei d’Italia, bellissime cattedrali, chiese e interessanti strade e piazze con eleganti palazzi e negozi. Ecco una guida che ti aiuterà a pianificare al meglio uno splendido viaggio a Venezia.

iazza della Signoria e Palazzo Vecchio. Piazza della Signoria è la piazza più famosa di Firenze, nel cuore del centro storico e un vero e proprio museo all’aria aperta. La Loggia della Signoria contiene alcune importanti statue tra cui una copia del David di Michelangelo. La piazza è stata centro politico di Firenze fin dal Medioevo e il Municipio di Firenze, il medievale Palazzo Vecchio, si trova proprio sulla piazza.

Il Duomo è il più popolare sito di Firenze, quest’ enorme duomo gotico col suo esterno esterno in marmo verde, rosa e bianco, ha diverse statue interessanti. All’interno, la Cupola del Brunelleschi è un capolavoro di architettura e bellezza. Il Battistero di San Giovanni Battista, del 11° secolo, è uno degli edifici più antichi di Firenze. L’esterno è realizzato in marmo verde e bianco.

Il Campanile, torre campanaria, lo troverai in Piazza del Duomo, è stato progettato da Giotto e viene comunemente infatti chiamato il Campanile di Giotto. Acquista un biglietto e sali i 414 gradini (sappi senza ascensore!) e godi di una splendida vista del Duomo e della sua cupola sulla città di Firenze e dintorni.

Il Ponte Vecchio costruito nel 1345, fu il primo ponte di Firenze sul fiume Arno ed è l’unico superstite ponte medievale di Firenze (gli altri sono stati distrutti nella seconda guerra mondiale). Il Ponte Vecchio è ancora fiancheggiato da splendidi negozi che vendono oro e gioielli in argento. Dal ponte, avrai una splendida vista sul fiume Arno e oltre.


read more

Spalato in Croazia offre qualcosa per tutti e per tutti i gusti, questa città ha infatti una varia e complessa miscela di stili, dalle rovine romane, agli archi bizantini ai paesaggi in stile veneziano. Se stai pianificando un viaggio a Spalato ecco una guida che ti darà qualche utile consiglio per riuscire nel tuo intento…

Nessuna visita a Spalato è completa senza vedere il Palazzo di Diocleziano. Il palazzo offre un eccellente tour storico in numerose lingue compreso l’italiano. Nelle vicinanze troverai il campanile di San Domio una delle principali icone della città. A poca distanza dal campanile incapperai nel Museo Archeologico di Spalato uno dei più antichi musei della Croazia. Oltre ad una vasta collezione di oggetti risalenti alla preistoria, il Museo ospita una biblioteca con più di 30.000 libri, una collezione di monete antiche e monumenti da Salona.

Non ti perdere il mercato del pesce, che si trova sul Marmontova vicino alla riva. Anche se non hai la possibilità di cucinare perchè alloggi in albergo, questo mercato di pesce freschissimo sarà un esperienza incantevole. Assicurati però di svegliarti di buon ora perchè il mercato chiude alle 11:00. Il mercato ortofrutticolo accanto potrebbe essere anche un’ economica alternativa al pranzo! Non dimenticare neanche di visitare uno dei pekara (panifici-pasticcerie dei quali sentirai l’aroma) della città.

Se ti vuoi fare una bella nuotata nella natura incontaminata il Krka National Park con oltre 100 km di cascate e piscine create dal fiume Krka sarà il luogo ideale. Infine una breve traversata in traghetto ti porterà all’ Isola di Brac. Questa isola è tranquilla e serena, ed è ottimale se vuoi rilassarti sulla spiaggia. Gli edifici bianco avorio e le stradine strette ti daranno una sensazione di purezza molto piacevole e non di meno qui potrai ammirare indimenticabile tramonti.


read more

Quante volte ti è capitato di giocare a Scala 40 e finire troppo presto la partita prima di entrare nel centro del gioco? Oppure hai battuto il tuo avversario troppo facilmente? Apportando qualche semplice modifica al regolamento ti spiego come potrai portare avanti partite più avvincenti, lunghe e più divertenti!

Per giocare a Scala 51 bisogna innanzitutto saper già giocare a Scala 40! Lo scopo è il medesimo: rimanere senza carte in mano. Anche se puoi giocare con minimo un altro giocatore, ti consiglio di non superare i 5 partecipanti, sennò le carte non ti basteranno. Le carte, le combinazioni e i tris possiedono lo stesso valore che hanno nel gioco di Scala 40.

Il mazziere distribuirà ai giocatori le carte, una alla volta, partendo dalla sua sinistra, per un totale di QUINDICI a testa (non tredici come a Scala 40). Avendo ogni giocatore più carte a disposizione, sarà facilitato nella creazione di tris/combinazioni, ma gli sarà più difficile rimanere senza carte in mano. A turno ogni giocatore pesca una carta dal mazzo con la quale dovrà cercare di fare tris o combinazioni e dovrà scartare una carta che a lui non serve. Finito il giro di partecipanti si rincomincia.

Non appena un giocatore riesce a totalizzare tris e combinazioni per 51 O PIU’ PUNTI, li può calare sul tavolo e ha diritto agli stessi privilegi che ha nella Scala 40: pescare dal mazzetto degli scarti, attaccare le carte ai tris/combinazioni degli altri… In questo modo ci si libera dalle carte e vince chi rimane senza. Quando un giocatore “chiude” si procede con la conta dei punti degli altri partecipanti, per la quale si seguono le stesse regole di scala 40.

Se durante la partita finisci le carte nel mazzo da cui si pesca, rigira il mazzetto degli scarti, per riprendere a pescare a turno.Se inoltre vedi che un tuo avversario sta per vincere (ad esempio perché ha poche carte in mano), cerca di sbarazzarti il prima possibile di più punti che riesci: in caso di perdita nella conta finale risulterai con meno punti in mano, il jolly vale 25 punti, quindi cerca di attaccarlo a qualche tris/combinazione di carte che è sul tavolo di gioco.


read more